Connect with us

Andiamo a Budapest

Andiamo a Budapest

Isola Margherita

isola-margherita-budapest-foto-1
Foto: leptospira@DepositPhotos

Da Non Perdere

Isola Margherita
Il cuore verde di Budapest

L’Isola Margherita è il posto perfetto per trovare un po’ di pace dalla confusione di Budapest grazie alle sue aree verdi, ai giardini floreali e alle opportunità di divertimento.

Sospesa in mezzo al Danubio tra il ponte Margherita e il Ponte Árpád l’Isola Margherita (o Margitsziget) è una perla nascosta tutta da scoprire. Nei suoi due chilometri e mezzo di lunghezza e cinquecento metri di larghezza i turisti e gli abitanti di Budapest possono trovare un rifugio dal caos cittadino. A parte alcuni hotel e strutture sportive sull’isola non sono presenti edifici, gran parte dello spazio è infatti dedicato ad alberi, giardini e viali in cui passeggiare e da punti da cui ammirare la città al suo meglio. Bella da visitare sia d’estate che d’inverno è il posto ideale per un bel picnic, per un appuntamento romantico o semplicemente per fuggire dalla confusione del centro cittadino.

Nel medioevo quest’isola era una riserva di caccia e veniva chiamata isola dei conigli, durante l’invasione dei Mongoli il re ungherese Béla fondò un convento di suore sull’isola e promise di mandarci sua figlia nel caso fosse riuscito a riconquistare il regno, cosa che successe qualche tempo dopo. Bèla rispettò il giuramento ed inviò sua figlia Margherita al convento all’età di undici anni e da quel momento l’isola prese il suo nome. Durante il 1800 la famiglia reale ungherese costruì qui la sua residenza estiva e trasformò l’isola in un giardino ricco di piante e fiori. Nel 1869 il parco fu aperto al pubblico e divenne presto un luogo in cui gli ungheresi godevano delle sue fonti termali terapeutiche e della sua splendida vegetazione, inizialmente era prevista una tariffa di ingresso, poi abolita. Fino al 1901, quando fu collegata al Ponte Margherita da un passaggio pedonale, l’isola era raggiungibile solo via mare.

Cose da vedere sull’isola Margherita

Il Monumento del Centenario

Accedendo sull’isola dalla parte del Ponte Margherita ci si imbatte subito nel monumento  creato nel 1972 per commemorare i 100 anni dalla unificazione delle città di Buda e Pest avvenuta nel 1873. Il monumento di bronzo creato da István Kiss raffigura due foglie intrecciate.

La Fontana Musicale

Non lontana dal monumento si trova la grande fontana animata dalla musica di sottofondo. La vasca di 35 metri è una delle più grandi d’Europa. Il getto centrale può arrivare fino ai 25 metri di altezza, dopo il tramonto la fontana viene illuminata, creando un effetto molto suggestivo. La musica viene attivata alle 10:30 di mattina e nel pomeriggio alle 17, 18, 19 e alle 21. Le canzoni eseguite variano da Brahms a Bocelli, da Simon e Garfunkel a Vivaldi.

Il Giardino delle Rose

Sull’isola sono presenti diverse centinaia di specie vegetali tra alberi, siepi e fiori. Al centro dell’isola si può visitare un bellissimo giardino dal disegno geometrico con una varietà di fiori coloratissimi. Il roseto fu creato nel 1927 facendo uso di diversi tipi di rose e si estende per 15.000 metri quadri, un luogo stupendo, ideale per una passeggiata romantica.

Le Rovine di Antichi Monasteri

Sull’isola si trovano anche delle antiche testimonianze storiche, nei pressi delle terme Palatinus sono visibili le rovine di una chiesa francescana, costruita nel 13° secolo della quale purtroppo rimane ben poco. Poco più a nord si possono invece ammirare i resti del grande convento dominicano edificato da re Béla che rappresentava nel medioevo un luogo molto importante per la cristianità ungherese. Le suore facevano diretto riferimento al Papa e le famiglie più importanti di Ungheria portavano qui le proprie figlie per ricevere un’educazione di prestigio. Le suore lasciarono l’isola dopo l’invasione dei turchi. Vicina a questo convento si trovano anche i resti di una cappella di monaci premostratensi. Tutti questi edifici furono distrutti durante il periodo ottomano e le rovine furono riportate alla luce solo nel 19° e 20° secolo, oggi è possibile vedere il perimetro dei vari edifici e muoversi al loro interno per avere un’idea della loro dimensione.

La Water Tower

Muovendosi ulteriormente verso nord ci si imbatte nella Torre dell’Acqua. Ancora in funzione questo edificio si vede da qualsiasi punto dell’isola. La torre fu costruita nel 1911 seguendo uno stile Art Nouveau, è alta 57 metri e fornisce ancora oggi l’acqua ai ristoranti e agli hotel presenti sull’isola. Protetta dall’UNESCO è oggi usata anche per mostre ed esibizioni, è possibile anche andare in cima, pagando 600 fiorini si possono salire i gradini fino alla vista panoramica a 360 gradi che permette di vedere tutta Budapest da una angolazione unica.

Il Giardino Giapponese e la Fontana di Bodor

All’estremità settentrionale dell’isola si trova il giardino giapponese, creato nel 1960 e rimodernato nel 2014, un luogo molto amato per gli appuntamenti romantici e le proposte di matrimonio. Nel giardino sono presenti piante bonsai, laghetti adornati di ninfee ed anatre, una cascata artificiale e un giardino di rocce. Vicino al giardino giapponese si può ammirare anche un’altra fontana musicale, chiamata la fontana di Bodor, dalla quale si possono ascoltare delle antiche melodie ispirate alla tradizione medievale ungherese.

Cose da fare sull’isola Margherita

Mangiare o bere qualcosa

Sull’isola Margherita sono presenti diversi pub, bar e ristoranti che offrono specialità locali e internazionali. Lo Hippie Island è ad esempio un bar che offre diversi tipi di drink locali dalla palinka a vari vini ungheresi mentre il Champs Sziget café prepara anche cibi di vario tipo oltre a bevande e birre. Su tutta l’isola sono comunque presenti bancarelle e chioschi che vendono di tutto, dallo zucchero filato al gelato e ovviamente i dolci tipici ungheresi.

Fare un giro allo zoo

Sin da quando era chiamata isola dei conigli questa parte della città ha sempre ospitato diverse specie animali. Oggi nel piccolo zoo presente sull’isola (chiamato Pet Zoo) si possono ammirare anatre, conigli, daini, gufi e vari tipi di uccelli. Lo zoo è anche usato dagli abitanti di Budapest per portare a spasso i propri cani, per cui ne vedrete molti in giro. L’ingresso è libero.

Vedere uno spettacolo all’aperto

Durante l’estate al centro dell’isola, vicino alla Water Tower è presente un palco per concerti all’aperto capace di ospitare 3.500 persone. Nata 80 anni fa questa arena all’aperto (Szabadtéri Színpad) ospita concerti di musica classica, eventi teatrali e esibizioni di musica contemporanea, un appuntamento imperdibile per chi visita la città da giugno a settembre.

Divertirsi al parco giochi

Sull’isola sono anche presenti diversi parchi gioco per bambini. Il più famoso è proprio vicino al Ponte Margherita nei pressi della fontana musicale. Il parco si trova su una collinetta ed ha molte altalene, scivoli, pareti di arrampicata e altri giochi per bambini di tutte le età. Nella parte nord invece si può visitare un Eco-Playground, un parco giochi costruito con un approccio ecologista con una serie di attività particolari volte a migliorare l’equilibrio e la coordinazione dei bambini sempre con un occhio all’ambiente, un luogo da visitare assolutamente per chi viaggia con i propri bambini.

Rilassarsi o nuotare alle terme

Conosciuta come l’isola delle spa di budapest sull’Isola Margherita non potevano mancare le terme. I Bagni Palatinus offrono 11 diverse piscine con acqua termale presa direttamente dalle fonti presenti sull’isola. Con i suoi enormi scivoli e le piscine ad onde questo stabilimento fa divertire grandi e piccini sia ungheresi che turisti. Nel 2017 è stata aggiunta una zona benessere con sauna finlandese, bagni di vapore e una sauna geotermale. Oltre al Palatinus sull’isola è presente anche il Danubius Health Spa Resort, una delle prime strutture ad offrire bagni termali a scopi terapeutici come idroterapia, sauna aromatica oltre a piscine interne e all’aperto.

Correre o andare in bici

L’isola è molto estesa, il modo migliore per percorrerla è noleggiare una bici, uno scooter elettrico, un segway o uno dei famosi ‘bringóhintó’, una bici a pedali per quattro persone. Chi preferisce andare a piedi può comunque optare per una bella passeggiata o per una seduta di corsa sulla lunga pista di atletica che corre lungo tutta l’isola e molto usata dagli ungheresi specialmente verso il tramonto, un’ottima idea per godere dell’aria pulita dell’isola!

Come arrivare e quando andarci

Si può accedere all’Isola Margherita sia dal Ponte Margherita a sud (l’opzione più usata) oppure dal Ponte Árpád a nord dell’isola. Da sud è possibile prendere i tram 4 e 6 che fermano al centro del Ponte Margherita proprio all’imbocco dell’isola. In alternativa è possibile usare il bus 26, l’unico mezzo che percorre l’isola, che partendo dalla stazione di Nyugati (metropolitana M2) fa diverse fermate fino ad arrivare all’estremità nord dell’isola. Volendo accedere invece da nord tramite il Ponte Árpád si può arrivare alla fermata Árpád Híd della metro M2 e poi fare un tratto a piedi o con il bus 16 per arrivare all’ingresso dell’isola. Se si preferisce si può anche noleggiare una bici dal centro di Budapest ed arrivare sull’isola pedalando.

L’Isola Margherita non è recintata per cui è possibile accedere a qualsiasi ora e in qualunque giorno dell’anno, volendo arrivare qui in serata è comunque consigliabile non appartarsi e rimanere sempre in zone illuminate vicine ad altre persone. L’isola è bella da visitare in qualunque momento dell’anno, per quanto in primavera con gli alberi in fiore oppure tra settembre ed ottobre con i colori tipici dell’autunno questo parco offre il meglio di se’. Ad ogni modo anche in piena estate e persino in inverno con la neve una visita all’Isola Margherita è indubbiamente un’esperienza estremamente piacevole.

Leggi tutto
Ci sei stato? Lascia il tuo commento!

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Sali a bordo di un segway, il modo più divertente per scoprire l'isola!

Cosa Vedere a Budapest

Hotel a Budapest

  • cosa-mangiare-a-budapest-piatti-tipici-ungheresi-foto-1Cosa mangiare a Budapest – Piatti Tipici Ungheresi
    La Capitale ungherese offre piatti tipici dai mille sapori, dal goulash al fegato d'oca, passando per lo street food e una grandissima varietà di dolci.
  • casa del terrore budapestCasa del Terrore
    La Casa del Terrore a Budapest è un museo dedicato alla storia dell'occupazione nazista e sovietica dell'Ungheria durante il XX secolo.
  • parlamento-di-budapest-foto-1Parlamento di Budapest
    Simbolo dell’indipendenza ungherese, il Palazzo del Parlamento vanta diversi stili architettonici e racchiude numerosi cimeli di valore inestimabile.
  • sinagoga-quartiere-ebraico-foto-1La Grande Sinagoga
    Posizionata nel vivace quartiere ebraico di Pest, la Grande Sinagoga di Budapest è il maggiore luogo di culto ebraico dell'intera Ungheria.
  • vaci-utca-budapest-foto-1Váci Utca
    Váci Utca, la strada pedonale nel pieno centro di Budapest, è considerata il cuore turistico della città e la più importante via dello shopping della capitale ungherese
  • piazza-degli-eroi-foto-1Piazza degli Eroi
    Situata all’ingresso del parco Városliget la Piazza degli Eroi, dedicata alla memoria dei grandi protagonisti della storia ungherese, è una delle principali attrazioni della città.
  • chiesa-santo-stefano-budapest-foto-1Basilica di Santo Stefano
    Storia e religione si fondono nella cattedrale dedicata a Santo Stefano, primo regnante e protettore d'Ungheria, una basilica ricca di arte e spiritualità.
  • terme-rudas-budapest-foto-1Terme Rudas
    Le Terme Rudas sono fra le più antiche e affascinanti di Budapest e offrono diversi servizi per il benessere e la salute dell'organismo.
  • le-stazioni-ferroviarie-di-budapest-foto-1Le Stazioni Ferroviarie di Budapest
    Arrivare a Budapest con il treno è una buona opzione specialmente da altre città europee come Vienna o Praga. Vediamo nel dettaglio le principali stazioni presenti in città.
  • muoversi-a-budapest-trasporti-e-mezzi-pubblici-foto-1Muoversi a Budapest: Trasporti e Mezzi Pubblici
    I tram, gli autobus e le quattro linee della metropolitana sono delle ottime alternative per muoversi a Budapest.
To Top